• Stampa

La storia dell'altro

PRIME (a cura di), La storia dell'altro, ed. italiana Una Città, Forlì, 2003, pp. 139

Dodici insegnanti delle scuole superiori, 6 ebrei israeliani e 6 palestinesi, e 700 alunni hanno scritto un libro in cui ciascuna parte narra, dal suo punto di vista, le stesse 3 vicende chiave del conflitto israelo-palestinese: la Dichiarazione di Balfour del 1917; la guerra del 1947-48; la prima Intifada del 1987-1993.

 

 

La reciproca non conoscenza è uno dei tanti problemi che aggravano una situazione pesantissima e pongono un ulteriore ostacolo alla pace tra israeliani e palestinesi.
Conoscere l'altro, la sua storia, il suo punto di vista non è la soluzione del problema, ma ne è la premessa indispensabile.
E' partendo da questo presupposto che nasce il libro.
Esso riporta il punto di vista degli israeliani accanto a quello dei palestinesi, nella stessa pagina in 2 colonne separate da uno spazio bianco per gli appunti personali.
La pubblicazione del libro è stata curata da PRIME (Peace Research Institute in The Middle East).
Questo istituto ha sede a Beit Jalah, vicino a Betlemme, in Cisgiordania; si tratta di un'organizzazione non governativa no-profit, messa in piedi da ricercatori israeliani e palestinesi con l'aiuto dell'Istituto per la Ricerca della Pace di Francoforte (Germania).
Scritto in ebraico ed in arabo, il volume è stato tradotto in italiano e pubblicato da Una Città di Forlì, con la collaborazione dell'Ufficio per la pace a Gerusalemme del Comune di Roma. L'edizione italiana omette lo spazio bianco e riporta le due storie su pagine affiancate.
Il libro è stato adottato negli istituti dove insegnano i dodici docenti e agli studenti delle prime due classi superiori sono state insegnate le due versioni della storia.

Il libro è dedicato alla memoria di un maestro palestinese, Yousuf Tumaizi (1957 – 2002), nato a Kfar Yidna, arrestato più di venti volte e che ha trascorso diversi anni nelle prigioni israeliane. Laureato in Pedagogia e convinto pacifista, ha partecipato a progetti ed attività per la costruzione della pace e per la promozione della tolleranza reciproca. E' stato uno dei maggiori sostenitori della realizzazione di questo libro.

Rivista "Confronti", marzo 2004.

Eleonora Gozio- Associazione di Amicizia Italia-Palestina